La notte porta il lutto per un giornata sprecata che se ne và portando con sè un’opportunità sprecata…e all’alba busserà alla mia porta il giorno come foglio di nuovo immacolato …offre di nuovo una fragile speranza al cuore oscurato per scoprire la luce che manca per amarlo.

Non voglio inchiostro sbiadito a ricordarmi sospiri di anime in cerca del Santo Graal…non voglio inutili graffiti per chi vuole essere compiaciuto…

Oggi piove sulla poesia, la vedo annaspare nei mulinelli d’acqua , macchiarsi del fango di questo mondo impazzito, trascinare con sè le parole mai dette…i versi sono ribelli per natura e non sempre vogliono essere preservati dalle intemperie…ci sono giorni in cui preferiscono le paludi nere ai chiari cieli d’estate, e le ombre sottomesse ai chiarori illusori…

Ma io oggi vorrei pennarelli rossi per disegnare sul cuore un’emozione sincera, gialli per macchiare il grigiore del cielo, verde  e rosa per fare rinascere il mio giardino, blu per dipingere il mare, arancio per tracciare nuovi sentieri…

Vorrei macchiarmi le dita senza paura di imbrattare questa pagina anche se la ragione mi dice che domani tornarà vergine a regalarmi un’altra occasione.

Rodolfo Cubetta " pioggia imprevista"

Annunci