Non lo avrei mai detto stamani, eppure il sole è qui e il concerto di cinguettii che odo mi annuncia un cambiamento improvviso….esco e infatti dopo pochi minuti il cardigan fa’ un volo planare dentro casa sul divano… acqua, ci vuole acqua…ma sì giochiamo un po’…via le scarpe, su i pantaloni fino al ginocchio, e armata di secchi e scopa ecco che il mio terrazzo comincia a splendere, persino le mie poche piante ringraziano per la doccia inattesa…sì lo so vi ho trascurato, un inverno difficile anche per voi, ma rimedierò, o meglio prometto che tenterò…è bella questa sensazione di libertà, bello sentire il pavimento bagnato sotto i piedi…mi manca qualcosa però…un desiderio improvviso…sì, mi rimetto in ordine in fretta e prendo l’auto…direzione, la serra sulla collina.. che sensazione di pace qui fuori, è un tripudio di odori e colori e cammino, cammino…nessuno a farmi fretta…nessun rumore molesto…tutto il resto sembra così distante, sfocato, potesse durare all’infinito questa sensazione…api che danzano intorno a me ma stranamente non ho paura …sono io che invado il loro territorio ma loro sembrano percepire la mia pace e si limitano a sfiorarmi per poi tornare ad adagiarsi sulle corolle baciate dal sole…
Quale scegliere? Un dilemma, certo se potessi casa mia diventerebbe una giungla…no, non dev’essere la più “bella”…mi farò guidare dall’istinto solo per metà…le sue esigenze devono coincidere con quello che ho da offrire…che senso avrebbe portarla a casa per poi vederla perire nel giro di poche settimane?…ed eccola, non spicca in mezzo alle altre, però le sue foglie sono di un bel verde acceso sano, i rami già coperti di strani ciuffetti rosa…è simpatica, mi fa’ sorridere! Leggo le raccomandazioni sul cartellino e la trovo semplicemente perfetta, pianta perenne che non richiede troppo sole…e così la porto via con me.
La vedo da qui…ricordo di sensazioni che vorresti trattenere ma che si fanno sempre più lievi…per oggi non la tocco, meglio farla adattare al suo nuovo ambiente…domani con molto delicatezza la trasferirò in un vaso di poco più grande e gli parlerò…si poche parole, dirette e sincere…qualche coccola…e speriamo mi scelga anche lei