…ho ancora dentro sensazioni che si muovono lente e disordinate…a volte vorresti volare ma ci sono catene che sembrano inchiodarti a terra…a volte vorresti scendere ma la terra ti sembra ostile, non morbida…atterraggio che si preannuncia difficile…oggi ero in giro in auto…lei testimone di tanti miei momenti ora gioiosi, ora tristissimi…quell’andare  che culla , tempo che devi ammazzare e la mente viaggia, finalmente libera…oggi avevo fretta di tornare a casa ed ero sicura che ci avrei impiegato pochissimo e invece come spesso accadde non facciamo i conti con gli eventi…da lontano vedo una fila interminabili di automobili e senza pensarci due volte inverto la marcia e decido di fare una deviazione, peccato però che la mente è annebbiata ed ha disegnato tragitto tortuoso…e così mi ritrovo ad attraversare paesi e frazioni quasi dimenticate mentre le lancette scandiscono un tempo che sembra interminabile…sei seduta in quell’abitacolo e non puoi volare….sei costretta a frenare quell’ansia che senti dentro…e ti dai della stupida per quella decisione repentina…in fondo ci avresti impiegato molto meno se non avessi avuto fretta e ti fossi messa pazientemente in fila…e poi di colpo la strada ridiventa familiare…è quella giusta…e poi? Torni a casa e ti chiedi il perché di quella fretta…le sensazioni sono lì…e non sono quelle giuste e nemmeno sono tue … ma sei talmente abituata cercare di dare un senso… talmente abituata a cercare ostinatamente conferme inutili …talmente abituata a tendere la mano…talmente abituata a non essere indifferente…talmente abituata a tentare di prevenire l’inevitabile…un andare in avanti come se così facendo riuscissi a deridere un po’ il tempo, correre avanti  sfidando quello che già senti ma non sai…mi guardo la mano, non ho segni, ma sento che me l’hanno morsa…un piccolo dolore che pulsa….ecco, penso alle strade di oggi…giro largo che invece di avvicinarti ti allontana…tempo perso per arrivare nello stesso posto…si, tutto è lento e disordinato stasera.

Annunci