Ma esistono ancora medici che ti fanno sdraiare sui lettini?…forse gli psicanalisti adesso che ci penso, o anche per loro è diventato démodé? ….sì, un medico che ti ascolti, faccia tutte le domande del caso e poi  ti dica “si accomodi sul lettino che diamo un’occhiata…” macché!Mi avvio verso lo studio di questo medico di base per la prima volta, sotto l’acqua tanto per gradire visto che le strade sono interrotte e qualcuno mi ha dato pure le indicazioni sbagliate…pazienza si cammina che fa’ bene e tu ginocchio non ti lamentare troppo…solita interminabile attesa in anticamera, noto che l’andazzo non cambia mai in questo senso e intanto mi chiedo se la mia scelta quasi giocata ai dadi su tre nomi (nel nostro bel paese si sà scegliere il proprio medico è cosa utopistica) si rivelerà fortunata col tempo. Quando ormai rassegnata e stanca di giocare col cellulare prendo in mano una rivista ecco che la porta si apre ed arriva il mio turno….musica classica di sottofondo……non sò perché ma un pensiero cattivello si affaccia alla mia mente ma lo ricaccio prontamente indietro e davanti al suo sguardo interrogativo e un po’ perso mi presento come nuova paziente. Deve inserire i miei dati ed io intanto gli faccio scivolare sotto il naso le richieste di esami e visite…anche le ricette mediche ormai vengono sfornate dal PC, però! Il progresso avanza… Mi aspetto delle domande che non arrivano, a questo punto penso "ok, passiamo al resto"…Mah! Tra perplessità e una rabbia nascente mi rendo conto che no, evidentemente non ha nessuna intenzione di chiedere ma solo d’inserire dati …Capita l’antifona comincio a fare la spesa…eh sì, chiedi e ti sarà dato…peccato non essermi ricordata pure di farmi fare l’elettrocardiogramma, così , tanto per fare, si sa mai che un giorno debba servirmi!  Ora però  dubbi amletici mi assalgono…sarà capace di leggere i risultati? Che CD musicale potrei portarmi dietro da regalargli  la prossima volta? Ma sopratutto dove accidenti lo trovo il tempo per smaltire tutto quel girone infernale!?!?  

Annunci