In fondo ai tuoi occhi
scopro una vena d’oro
Sotto le mie mani
trovo la strada
Il colore delle tua pelle
per leggere l’estate
L’incavo della tua spalla
per disegnare l’orizzonte
Paese dove il freddo non esiste
Paese da percorrere con le dita
Il tuo corpo
paese che più conosco
e più mi perdo.