…c’è un merlo sul prato intorno casa, lo osservo dal vetro della mia finestra,
ha un curioso andare piccola creatura che si accontenta di poco e mi scappa da sorridere…
In questa giornata che non sa di nulla, né di freddo né di caldo, mi sorprendo…mi sentivo anestetizzata ormai…
troppe contraddizioni, pensieri sprecati …e mi chiedo perché non accontentarsi.
Accontentarmi di me, che non è poco dopotutto. Forza e coraggio, al lavoro, unica certezza oggi…
Grazie per il sorriso piccola creatura, e spicca un volo anche per me.