Lo sapevo…
Un  pensiero che diventa un tarlo
Vocina così flebile eppure così insistente
Che mi spinge inesorabile
Dove la ragione non vuole andare
Il filo che mi tiene attaccata a te
Che si tende fino allo spasimo
Ripeto a me stessa, per ore, è solo un sogno
Inutile ogni tentativo di ignorarti
Ti ho cercato e ti ho trovato, di nuovo.

Il filo cade lento
Stanotte non sarai nei miei sogni
Ma nei pensieri di domani
Aspettando l’eclisse.

 

 

 

Annunci